[nexa] Italia: COVID-19 e impatto Digital Audiences e Percezione

Matteo G.P. Flora mf at thefool.it
Fri Mar 27 09:12:16 CET 2020


Carissimi,

con l'azienda che ho fondato e un partner internazionale abbiamo
deciso di mettere
a disposizione i dati che raccontano il cambiamento della percezione e
delle abitudini della digital audience italiana.

A questo proposito vi condividiamo questa prima analisi, i cui dati sono
stati raccolti nel mese di marzo 2020. Il documento si propone di mostrare
un’overview sul percepito degli utenti sia a livello global, con key
insight emersi dal confronto tra i mercati, sia a livello local, con un
approfondimento verticale sul mercato italiano.

Stiamo già lavorando al rilascio di ulteriori dati in cui esploreremo
l'impatto del Coronavirus su settori di business specifici e sui trend
percezione e delle preoccupazioni dei consumatori.

Livello di allerta

La preoccupazione per la situazione sulle evoluzioni locali e globali varia in
base allo stato di avanzamento del contagio all'interno della singola
nazione.

In Cina, circa il 25% si dichiara molto o estremamente preoccupato per la
situazione nel proprio paese; la porzione di utenti preoccupati raddoppia
quando viene chiesto della situazione globale. In Francia, Spagna, Regno
Unito e Stati Uniti tra il 50 e il 60% della popolazione si dichiara molto
o estremamente preoccupata per le situazioni sia a livello globale e
nazionale.

Durata dell’epidemia

La popolazione cinese è più ottimista per quanto riguarda la durata
dell’epidemia, probabilmente anche grazie alle recenti notizie legate
all’assenza
di nuovi contagi. Più dell’85% degli utenti credono che il contagio
terminerà in 3 mesi. Altre Nazioni non sono così ottimiste, solo il 23%
degli utenti da Singapore, il 35% dei britannici e il 50% degli
statunitensi e dei francesi condividono lo stesso punto di vista. Solo una
piccola parte degli utenti europei si aspetta la fine dell'epidemia tra un
paio di settimane.

Impatto sulle finanze

La percezione delle conseguenze che il virus avrà sull'economia riporta
risultati interessanti: una percentuale maggiore di utenti dichiara che
l’impatto sarà rilevante per le finanze nazionali o globali, contro una
minoranza che sostiene un’incidenza rilevante anche nelle finanze
personali.

Globalmente, il 30% delle persone pensa che il Covid avrà un impatto
notevole o drammatico sulle proprie finanze, percentuale che cresce fino al
75% circa l'economia del proprio paese e che arriva all'85% in relazione
all'economia globale.

Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti fanno
registrare le discrepanze maggiori, con una nota positiva a favore delle
proprie finanze rispetto ad un impatto drammatico o notevole sul proprio
paese e una distanza percentuale di 50 punti tra le due.

Ruolo dei social media

Trasversalmente ad ogni mercato, la popolazione si attende che i social
media possano fare da filtro per guidare verso informazioni autorevoli. A
tal proposito, a livello globale, due persone su tre vorrebbero infatti che
le piattaforme Social Media riuscissero a filtrare le Fake News.

Quasi il 30% vorrebbe inoltre che fornissero la fruizione di eventi live,
dato che verosimilmente cresce nelle due fasce d’età più giovani e che
risulta trasversale a tutte le piattaforme (YouTube, Twitter, Instagram,
Facebook, Snapchat, WeChat).
Qui il link per iscriversi ai prossimi:
https://landing.thefool.it/coronavirus


*Matteo.*

-- 
[image: photo]
*Matteo G.P. Flora*
Founder and CEO, TF Group srl

+39.347.9676430  | mf at thefool.it

http://thefool.it
Via Vitruvio, 1, Milano (MI), Italy
<http://us.linkedin.com/in/matteoflora> <http://facebook.com/lastknight>
<http://youtube.com/user/mgpfvideo> <http://twitter.com/lastknight>
-------------- next part --------------
An HTML attachment was scrubbed...
URL: <http://server-nexa.polito.it/pipermail/nexa/attachments/20200327/b6acff13/attachment-0001.html>


More information about the nexa mailing list