[nexa] piattaforme x videoconferenze open (per 70/80 persone)

Lorenzo Albertini lorenzoalbertini.vr at gmail.com
Thu Mar 12 13:37:47 CET 2020


Buongiorno a tutti,
esistono programmi x videoconferenze liberamente disponibili (non
proprietarie) per finalità privato-associative (70-80 persone)?
grazie per eventuali  indicazioni
lorenzo albertini

Il giorno gio 12 mar 2020 alle ore 09:14 Giorgio Ventre <giorgio at unina.it>
ha scritto:

> Concordo totalmente. Peraltro con le opportune precauzioni normative e
> tecnologiche nessuno deve escludere che servizi di questo genere possano
> essere affidati a soggetti privati e non italiani. Ovviamente con procedure
> aperte e trasparenti.
> I nostri servizi informatici e non dipendono sempre di più da entità
> estere.
>
> Tuttavia le emergenze servono anche a far "emergere" i problemi e quello
> di almeno tentare di recuperare una sovranità tecnologica mi sembra un
> problema molto serio da affrontare.
>
> Un caro saluto a tutti
>
> Giorgio
> Il 11/03/2020 20:15, Giovanni Biscuolo ha scritto:
>
> Buonasera,
>
> Pier Paolo Franco <pierpaolo.franco at gmail.com> <pierpaolo.franco at gmail.com> writes:
>
>
> Buonasera,
>
> non è mia intenzione sollevare polemiche in un momento difficile.
>
> polemizzare civilmente è il sale della democrazia :-)
>
>
> Vedasi il comunicato allegato, secondo il quale il Ministero della
> Giustizia ha deretato le modalità di videconferenza mediante i
> software proprietari e *non interoperabili con altre tecnologie*
> (oltre che a pagamento) Skype for Business e Teams, entrambi di
> Microsoft.
>
> ho letto il comunicato allegato e ho trovato a questa paginahttps://ordineavvocativenezia.it/udienze-telematiche/
>
> copia della circolare del direttore generale del ministero della
> giustizia
>
> per favorire i commenti cito verbatim:
>
> --8<---------------cut here---------------start------------->8---
>
> ART. 1 (Ambito di applicazione)
>
> Il presente provvedimento individua i collegamenti da remoto per lo
> svolgimento delle udienze civili e delle udienze penali come previsto
> dall’art. 2, commi secondo, lett. f), e settimo, del Decreto Legge 8
> marzo 2020, n. 11, nonché, in quanto compatibili, per i collegamenti
> previsti dall’art. 2, comma ottavo, del medesimo decreto legge.
>
> ART. 2 (Svolgimento delle udienze civili)
>
> Nell’ipotesi prevista dall’art. 2, comma secondo, lett. f), del Decreto
> legge 8 marzo 2020, n. 11, le udienze civili possono svolgersi mediante
> collegamenti da remoto organizzati dal giudice utilizzando i seguenti
> programmi attualmente a disposizione dell’Amministrazione e di cui alle
> Ministero della Giustizia - m_dg.DOG07.10/03/2020.0003413.ID pag. 1 di 2
> note già trasmesse agli Uffici Giudiziari (prot. DGSIA nn. 7359.U del 27
> febbraio 2020 e 8661.U del 9 marzo 2020):
>
> Skype for Business;
> Teams.
>
> I collegamenti effettuati con i due programmi su dispositivi
> dell’ufficio o personali utilizzano infrastrutture di
> quest’amministrazione o aree di data center riservate in via esclusiva
> al Ministero della Giustizia.
>
> ART. 3 (Svolgimento delle udienze penali)
>
> Le udienze penali di cui al settimo comma dell’art. 2 del Decreto Legge
> 8 maggio 2020, n. 11, si svolgono, ove possibile, utilizzando gli
> strumenti di videoconferenza già a disposizione degli uffici giudiziari
> e degli istituti penitenziari ai sensi dell’art. 146-bis del decreto
> legislativo 28 luglio 1989, n. 271.  In alternativa, possono essere
> utilizzati i collegamenti da remoto previsti dall’art. 2 del presente
> provvedimento laddove non sia necessario garantire la fonia riservata
> tra la persona detenuta, internata o in stato di custodia cautelare ed
> il suo difensore e qualora il numero degli imputati, che si trovano, a
> qualsiasi titolo, in stato di detenzione in luoghi diversi, consenta la
> reciproca visibilità.
>
> --8<---------------cut here---------------end--------------->8---
>
> questo il decreto
> https://www.coanapolinord.it/decreto-legge-8-marzo-2020-n-11/
>
> AFAIU quanto sopra è applicabile - secondo specifiche modalità dettate
> dal decreto - a udienze civili, penali e ai colloqui per gli ospiti
> delle carceri minorili
>
>
> Vorrei sottoporre alla lista il problema dell'attivazione delle
> videoconferenze mediante Skype.
>
> a parziale discolpa del Ministero di Giustizia faccio notare che la
> situazione è la medesima nella scuola, nella sanità e nella pubblica
> amministrazione... su su fino al parlamento, per limitarci alle
> istituzioni "mission critical" di uno stato civile
>
> sulla scuola di recente in questa lista ci sono state alcune discussioni
> proprio in merito a questo, sempre in relazione all'emergenza SARS-CoV-2
>
>
> Sperando che nel prossimo futuro, se effettivamente andrà a regime, si
> possa far passare la necessità dell'individuazione di uno strumento tecnico
> quanto più neutro o quantomeno interoperabile tra i vari provider di
> videochat (Zoom, Cisco, Hangout di Google, ecc.)
>
> "neutro" non so bene cosa voglia dire, però so che per far funzionare
> _tutti_ gli strumenti citati occorre connettersi a server gestiti nei
> data centre delle rispettive società private [1] (incidentalmente tutte
> statunitensi... ma credo sia un caso): varrebbe la pena favorire un sano
> ed informato dibattito pubblico sull'opportunità di spostare parte del
> sistema giudiziario, sanitario, scolastico (legislativo?) su data centre
> esteri
>
> per completezza credo non sarebbe opportuno nemmeno affidarsi ai servizi
> di Tencent Holdings Limited o di Line Corporation, ma quelli da noi di
> solito vengono visti con molto sospetto o totalmente ignorati
>
> indipendentemente da questo, conoscendo bene i problemi di sicurezza *e*
> di *privacy* a livello di software applicativi, sistema operativo *e*
> Internet, posso solo dire che siamo messi male, ma tanto tanto male
>
> faccio anche sommessamente notare che le connessioni possono essere
> effettuare con dispositivi personali, quindi sui dispositivi ci può
> essere installato qualsiasi altro software, malware compreso (non che
> questo peggiori sensibilmente la situazione, comunque)
>
> forse un giorno ci sarà concesso di poter seriamente pianificare come
> far recuperare allo stato italiano la sovranità digitale che oggi gli è
> _totalmente_ alienata
>
> ... magari anche stanziando - senza grandi discussioni su "dove li
> troviamo tutti questi soldi" - anche solo un 5% dei 25 miliardi di euro
> miracolosamente trovati tra domenica scorsa e questa mattina [2] :-)
>
> da tecnico posso solo dire che _purtroppo_ di strumenti con analoghe
> prestazioni, alternativi e rispettosi della sovranità di individui *e*
> intere nazioni, ce ne sarebbero ma stentano a trovare adeguati
> finanziamenti a causa del mercato in cui operano (in genere offrono un
> ROI negativo e per questo le risorse umane e hardware impiegate sono
> sempre risicatissime [3] )
>
>
>
> grazie mille per la sensibilita!
>
> saluti, Giovanni
>
>
> [1] a meno che il Ministero della Giustizia abbia propri data centre nei
> quali sono installati i servizi citati... "ma io non creto" direbbe un
> famigerrimo personaggio
>
> [2] se qualcuno ancora pensa che la "crisi di sovranità digitale" (io
> preferisco "computing agency") sia meno importante della crisi da
> SARS-CoV-2 direi che... parliamone :-)
>
> [3] il "bus factor" di molti progetti di software libero, anche di
> successo, è mediamente imbarazzante
>
>
>
> _______________________________________________
> nexa mailing listnexa at server-nexa.polito.ithttps://server-nexa.polito.it/cgi-bin/mailman/listinfo/nexa
>
> --
> ========================================================================
> Prof. Ing. Giorgio Ventre
> Direttore
> Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell'Informazione
> Università degli Studi di Napoli Federico II
> Via Claudio 21
> 80125, Napoli, Italy
> Tel: +39 081 7683908  Fax: +39 081 7683816 Mob: +39 3807679372
> E-mail: giorgio at unina.ithttp://www.dieti.unina.ithttp://www.developeracademy.unina.it/en/http://www.docenti.unina.it/giorgio.ventre
> ========================================================================
>
>
>
> <https://www.avast.com/sig-email?utm_medium=email&utm_source=link&utm_campaign=sig-email&utm_content=emailclient> Mail
> priva di virus. www.avast.com
> <https://www.avast.com/sig-email?utm_medium=email&utm_source=link&utm_campaign=sig-email&utm_content=emailclient>
> <#m_-4953141436721755533_DAB4FAD8-2DD7-40BB-A1B8-4E2AA1F9FDF2>
> _______________________________________________
> nexa mailing list
> nexa at server-nexa.polito.it
> https://server-nexa.polito.it/cgi-bin/mailman/listinfo/nexa
>
-------------- next part --------------
An HTML attachment was scrubbed...
URL: <http://server-nexa.polito.it/pipermail/nexa/attachments/20200312/270a96f3/attachment.html>


More information about the nexa mailing list