[nexa] supporto a scuole ed open source

Giacomo Tesio giacomo at tesio.it
Sun Mar 8 12:37:15 CET 2020


On 08/03/2020, Leslie CameronCurry <leslie.cameroncurry at gmail.com> wrote:
> My two cents da docente di scuola superiore.

Grazie per questa splendida condivisione.


> Ho insistito e premuto perché si usasse Moodle in quanto siamo una scuola
> che deve attenersi alle indicazioni del GDPR e anche rispettare la propria
> funzione formativa e di attenzione per gli studenti, e mi pare che questa
> funzione oggi si traduca nell'attenzione per i dati di minorenni o comunque
> giovani, nell'appoggiarsi a un provider i cui server sono in Italia.

Esatto.
A tendere la norma dovrebbe diventare il controllo fisico dei server
da parte delle scuole (ricordiamoci che per scuole elementari, medie e
superiori, parliamo poche migliaia di utenti per scuola, un carico
risibile con il software adatto), ma in un'ottica di riduzione del
danno, l'uso di server collocati in fisicamente Italia (cosa purtroppo
non banale da garantire, che di rivenditori di cloud è pieno il mondo)
è molto meglio che l'uso di servizi controllati da società di
sorveglianza che trafficano in dati.

Ma la cosa più importante è diffondere consapevolezza.

Grazie.

> Vi chiedo se potete suggerire dei servizi per incontri video.

In questo thread è già stato nominato Jitsi Meet.
E' un ottimo software opensource se si controlla il server centrale su
cui è installato.

Stefano citava https://meet.jit.si ma purtroppo si tratta di una
istanza tracciata da Google che attraverso Analytics può tracciare chi
parla con chi e a riguardo di cosa (il nome della stanza):
https://github.com/jitsi/jitsi-meet/issues/4590

Se non puoi ottenere un'istanza dedicata alla tua scuola, ti consiglio
di usare o https://framatalk.org/accueil/it/ o https://jitsi.linux.it/
che quanto meno non informano Google.

Jitsi può registrare videoconferenze via YouTube, ma te lo sconsiglio
caldamente per evitare di diffondere immagini e voci dei ragazzi
(nonché tutto ciò che si potrebbe dedurre dalle interazioni fra di
loro e con l'insegnante).
Per registrare è anche possibile usare Jibri
https://github.com/jitsi/jibri se si dispone di un server adatto.

D'altro canto, come dicevo, considerate PeerTube per distribuire i
video (possibilmente su istanze affidabili, meglio se controllate
fisicamente da voi, come sempre).
PeerTube è un sistema distribuito che permette di alleviare il carico
per il server, nonché i costi di banda.


Un'alternativa più sicura ma un po' meno facile da usare per alcuni
utenti è Jami.NET https://jami.net/download-jami-windows/ si tratta di
un sistema peer to peer crittografato end to end, che esiste anche per
Linux, Android, iOS etc... e NON usa il browser.

D'altro canto, Jami non richiede un server.


A presto!


Giacomo


More information about the nexa mailing list