[rd] Parigi contro il nuovo servizio di Amazon

Simone Di Cataldo s229358 at studenti.polito.it
Tue Jun 21 14:55:32 CEST 2016


Ovviamente il mio commento analizzava solo i lati positivi. Centralizzando la vendita su un singolo negozio come può essere Amazon o qualsiasi altro colosso, inevitabilmente crea dei disagi ai vari negozi come quelli di elettronica (Mediaworld) portando a una ricerca minore di dipendenti. E’ anche vero che comunque un negozio come Amazon, in cui sicuramente gli stabilimenti sono molto robotizzati richiedono comunque una presenza di personale sia nei magazzini, sia per il customer service. Sicuramente sarà minore il personale rispetto a un negozio tradizionale, ma diciamo che non c’è una perdita totale di impieghi. Ci tenevo a precisare questa cosa. E’ inevitabile che ogni cambiamento ha sia aspetti positivi che negativi, a mio modo di vedere volevo dire che sono più i positivi. Poi ognuno è libero di pensarla a modo suo. Credo che comunque mediamente un servizio come Amazon e in particolare Amazon prime che rende possibile anche la vendita di alimenti, inevitabilmente piaccia a molti, altrimenti Amazon non avrebbe tutta questa fama

Simone Di Cataldo 

> Simone Basso:
> Il problema e' il modo in cui misuri il tuo vantaggio. Se lo misuri
> tenendo in conto di quanto spendi tu (in tempo e denaro) ha senso.
> 
> Inoltre tu hai altri cento euro in tasca che puoi decidere tu come
> spendere, oppure che puoi decidere per ora di risparmiare.
> 
> Quello che non stai misurando pero' e' l'effetto sugli altri del tuo
> comportamento di acquisto, e le sue conseguenze.
> 
> Se molte persone seguono il tuo comportamento d'acquisto, questo puo'
> portare a meno posti di lavoro disponibili da Media World.
> [...]


More information about the rd mailing list